Tags


Cosa Lui ha Fatto...In un Giardino.

28th January 2019

<img src="http://icons.iconarchive.com/icons/gosquared/flag/64/United-Kingdom-icon.png"alt="click for English"style=width:64px;border:0;"> <img src="http://icons.iconarchive.com/icons/gosquared/flag/64/Croatia-icon.png"alt="click for Croatian" style="width:64px;border:0;"> click for French click for German <img src="http://icons.iconarchive.com/icons/gosquared/flag/64/Italy-icon.png"alt="click for Italian" style="width:64px;border:0;"> click for Romanian click for Russian

"Vieni a vedere cosa ha fatto Dio,
le sue imprese straordinarie per l'umanità "

//Salmo 66:5

Siamo entusiasti di iniziare una nuova serie intitolata "cosa Lui ha fatto". Così spesso, dimentichiamo che Dio lavora continuamente per il nostro bene, ma questa serie ci invita a "venire a vedere ... le Sue azioni meravigliose" - è davvero auto-esplicativo! La meravigliosa Chanel ci inizia con un post su ciò che Dio ha fatto per lei ... in un giardino. Speriamo che vi piaccia!


Stai mettendo anima e corpo in una speranza o in un sogno, facendo tutto il possibile per realizzarlo, condividendo la tua gioia con tutti quelli intorno a te eppure ti senti come se stessi arrivando a mani vuote?

Forse hai investito in un progetto speciale, in una relazione, in qualcosa che credevi davvero fosse la volontà di Dio per te?

Recentemente ho letto di nuovo la storia del giovane sovrano ricco. A volte è facile leggere passaggi come questo e provare pietà per un antico personaggio biblico che ha appena perso il punto, e forse anche siamo compiaciuti che abbiamo una migliore comprensione della salvezza rispetto alla sua. Ma forse quest'uomo è più vicino a casa di quanto vorremmo ammettere.

Ripercorriamo la storia. L'uomo chiede a Gesù cosa deve fare per ereditare la vita eterna e Gesù risponde prevedibilmente con una domanda prima di indirizzarlo ai 10 Comandamenti. L'uomo afferma di aver osservato questi comandamenti. Gesù poi dice al giovane ricco di rinunciare a tutto ciò che ha e di seguirlo, ma l'uomo non può rinunciarvi.

Aveva osservato la legge no? Non era sufficiente?

Dio ha un senso dell'ironia, penso. Come può questo giovane affermare di aver osservato tutti i comandamenti? In che modo il nostro Creatore, che conosce la nostra natura umana debole, potrebbe aspettarsi che li osserviamo?

Mi trovo a far eco ai discepoli: "Chi può essere salvato?" Che speranza abbiamo?

Nei miei ultimi anni dell'adolescenza sono diventata sempre più consapevole della mia tendenza a diventare ansiosa e, mentre le mie esperienze sono state per lo più lievi, a volte mi trovo ancora paralizzata dall'ansia. Uno dei miei meccanismi di difesa è stato quello di occuparmi di orticoltura, che ha benefici fisici, psicologici ed emotivi. Attenzione: gli effetti collaterali possono includere il trasformarsi in una "vecchia anima"!

Comunque il giardinaggio continua anche a insegnarmi lezioni spirituali.

Così spesso mi trovo a giocare con tentativi ed errori. Piantare un seme, annaffiarlo, proteggerlo, rimuovere le erbacce minacciose, curarlo e attendere nella speranza che cresca. Alcuni giorni il risultato sembra positivo: il sole splende, i predatori non si vedono da nessuna parte e l'ambiente è giusto. Altri giorni i predatori sono usciti nel loro pieno vigore, altre piante si sono messe in mezzo, la pioggia non sembra proprio fermarsi e la mia pianta ne risente. Può essere doloroso.

Ci sono spesso delle misure che posso adottare per regolare l'ambiente della pianta, ma a volte queste condizioni sono troppo fuori dal mio controllo. Posso piantare il seme, fare tutto il duro lavoro, investire tutta me stessa pienament.

Il nostro Creatore ama portare nuova vita da situazioni vuote e credo che siamo stati creati per creare a Sua immagine. Dobbiamo continuare a seminare i semi anche quando non sappiamo quando o come la pianta crescerà.

Ma non importa quanto investo nel mio giardino, non riesco ancora a far crescere quel seme. Non riesco nemmeno a capire la scienza secondo la quale potrebbe crescere!

Il giovane e ricco sovrano voleva una soluzione rapida. Voleva alcune regole in modo che potesse nascondersi dietro le sue buone opere. Ma Dio non sta chiedendo le tue azioni perfette. Perché altrimenti avrebbe chiesto qualcosa di impossibile? Non si aspetta che tu abbia tutto sotto controllo e che tu abbia sempre la tua vita insieme. Vuole che tu Gli dia il pieno controllo.

Non c'è una soluzione rapida quando si ha fiducia in Dio; È una scelta quotidiana quella di arrendersi. Vuole la relazione più profonda con te, e per questo ha bisogno della tua fiducia.

Hai difficoltà a fidarti? Io si. Forse avere delle regole da seguire sembra più facile che cedere tutti i nostri piani a Dio. Ma non si è dimostrato affidabile? Che mi dici di quella situazione senza speranza la cui fine non avresti mai pensato di vedere? Quel rapporto a cui tenevi tanto, è stato sostituito da qualcosa di molto più speciale? Vediamo la sua fedeltà verso di noi nella storia della sua parola.

I comandamenti non erano semplicemente delle regole da seguire: dovevano portarci ad una maggiore intimità con Dio.

Quando sono sopraffatta da situazioni della vita che ho cercato così disperatamente di guidare nella direzione che avevo sperato e programmato, trovo la pace nel mio giardino, sapendo che le cose buone richiedono tempo e che qualcun altro ha tutto sotto controllo. Qualcuno molto più saggio e molto più amorevole di me ha il controllo, sta lavorando molto meglio di quanto io possa mai immaginare, e non vuole che io mi preoccupi! Ci sta offrendo la relazione più profonda - e tutto ciò che Lui chiede è che camminiamo con Lui al nostro fianco.


Chanel è un leader dei giovani nella sua chiesa locale e sta attualmente lavorando per diventare un architetto. Ama costruire relazioni con i giovani, sfidandosi a imparare sempre qualcosa di nuovo e viaggiando per imparare come vivono e vedono il mondo diverse comunità. È anche appassionata del potere della creatività nell'influenzare la vita delle persone e nell'incoraggiare gli altri a trovare la loro creatività e ad usarla.