Tags


Sul mio comodino #7 | La più grande necessità dell'avventismo (Naison Chitiyo)

5th September 2018

click for English click for German click for Italian click for Portuguese click for Romanian click for Russian

“Sul mio comodino” è una serie di recensioni di libri con la quale ci si vuole assicurare che i migliori libri siano letti e riletti. Scopri di più riguardo alla serie qui.


La più grande necessità dell'avventismo , Ron Clouzet (2011).

Leggendo il titolo mi aspettavo che questo libro contenesse almeno una verità profonda, se non in grado di cambiare la vita. Sotto diversi aspetti non ha deluso. Secondo l'ammissione dello stesso autore, la maggior parte delle informazioni che presenta non sono nuove né originali di per se stesse. Tuttavia, il modo in cui lo intreccia insieme presenta un quadro convincente.

Questo libro è essenzialmente un richiamo alla rinascita e alla riforma, e in esso Ron Clouzet cerca di dimostrare il perché "Un risveglio della vera pietà in mezzo a noi" rimane ancora "il più grande e il più urgente di tutti i nostri bisogni".

Il libro è diviso in quattro sezioni: Promessa, Persona, Prassi (dalla teoria alla pratica) e Potenza. Nelle prime due sezioni, Ron esamina le prime esperienze della chiesa apostolica e del movimento di Avvento per illustrare quanto Dio desideri elargire questo dono alla sua chiesa. Nelle ultime 2 sezioni esplora i modi pratici in cui possiamo mettere in pratica la teoria e impegnarci nel lavoro di ricerca e di accettazione di questo dono.

Un concetto importante, ma alquanto semplice, che mi ha colpito è stata l'idea che il processo attraverso il quale veniamo a sperimentare la benedizione del potere e dell'influenza dello Spirito Santo nelle nostre vite non è passivo. Piuttosto è una conseguenza del coinvolgimento personale e della ricerca. In effetti, "cercare questo dovrebbe essere il nostro primo compito ".

"Questo lavoro non ha nulla a che fare con l'ottenere la salvezza - questa è l'opera di Dio - ma ha a che fare con il lasciar andare, e con l'arrivare al punto in cui Dio può benedirci mai come prima. E in cosa consiste questo lavoro? Quattro cose: confessione, umiliazione (arresa), pentimento e preghiera sincera."

La realtà di questo fatto mi è sorta mentre riflettevo sui momenti passati in cui la comprensione intellettuale che avevo acquisito non si era necessariamente tradotta in un'esperienza spirituale più potente. Compresi che mentre è importante crescere nella conoscenza e nella comprensione, non dobbiamo mai dimenticare l'importanza di aprire i nostri cuori alla guida dello Spirito Santo.

Nel complesso, ho trovato questo libro piacevolmente facile da leggere. Mi sono particolarmente piaciuti gli aneddoti personali e le storie illustrative che l'autore usa per punteggiare i suoi punti in tutto il libro; dalla storia del giovane analfabeta che ha imparato a leggere sotto l'ispirazione dello Spirito Santo in modo che potesse testimoniare nel suo villaggio, agli 8 membri della chiesa che si sono immersi in un gelido lago russo ogni mattina per dimostrare il loro impegno mentre pregavano che Dio potesse rianimare la loro chiesa morente attraverso il Suo Santo Spirito (i risultati furono piuttosto spettacolari). Attraverso questo libro sono arrivato a capire meglio che mentre è bene soffermarsi sugli eventi degli ultimi giorni, non dovremmo dimenticare che "la venuta dello Spirito nelle nostre vite precede la venuta del Signore nel nostro mondo".


Naison Chitiyo attualmente lavora come commercialista e si diletta a leggere libri e articoli ogni volta che il tempo glielo consente.