Tags


GYC Europe - La visione

23rd December 2015

Sempre oltre – In avanti – Verso l’alto – Mai indietro.

Avere una visione significa essere in grado di fare progetti per il futuro con capacità d’immaginazione, saggezza e senso dell’organizzazione, col risultato di riuscire a formulare un’immagine mentale di ciò che sarà il futuro. Senza Dio possiamo vedere solo il presente e sperare nel futuro. Con Dio, vediamo il presente e il futuro e sapere con la certezza di cosa questo ci riserverà. Come disse Isaac Newton:

«Se ho visto più lontano è perché sono salito sulle spalle dei giganti.»

La GYC Europe è salita sulle spalle di un Gigante di cui leggiamo quotidianamente le parole nella Bibbia e le cui vie durano in eterno: il Signore Dio.
La nostra visione è quella di continuare a incoraggiare i giovani di tutta Europa a sostenere il messaggio distintivo della Chiesa Cristiana Avventista; ad aspirare all’eccellenza in tutti gli aspetti della loro vita: accademico, professionale e spirituale; a rispondere all’appello di un discepolato radicale, che comprende anche una vita di servizio missionario; a supportare e rispettare i dirigenti della denominazione pur rimanendo un movimento guidato dai giovani.

Raggiungeremo questi obiettivi mediante tre strumenti:

  • Missioni attive
  • Raduni locali
  • Congressi

Missioni attive.

I giovani verranno incoraggiati ad essere testimoni viventi di Gesù ovunque si trovino. Verranno messi in contatto con altri giovani che si trovano sullo stesso percorso verso il cielo. Questo consentirà loro di mantenere fisso l’obiettivo sapendo di non essere soli.
Man mano che collaboreremo con altri ministeri orientati verso la missione, presenteremo ai giovani occasioni di viverla aprendo così opportunità di fare esperienza per coloro che sentiranno la chiamata alla missione stessa.

Raduni locali.

GYC Europe promuoverà diversi raduni locali in tutta Europa che avranno l’obiettivo di sostenere spiritualmente coloro che vi parteciperanno e che desiderano prima di tutto avere una relazione personale con Cristo e, in secondo luogo, condividere la Parola di Dio in relazione al messaggio dei tre angeli con tutti coloro con cui sono in contatto nella propria sfera di influenza.
I raduni saranno anche utili a mettere reciprocamente in contatto i partecipanti creando, così, legami di fratellanza più forti nelle rispettive aree geografiche.

Congressi.

GYC è nata nel 2002 e da allora è cresciuta sempre più con ragazzi che hanno partecipato ai congressi tenuti ogni anno negli Stati Uniti. Dato il forte afflusso di giovani dall’Europa, è sorto il desiderio di avere dei congressi anche in questo continente. Il primo ha avuto luogo in Austria, a Linz, nel 2012 seguito poi da un’altro nel 2014. Entrambe le occasioni sono state fonte di immense benedizioni.
Continueremo a promuovere i congressi della GYC Europe come organizzazione sorella della GYC negli Stati Uniti. Forti di un programma basato sulla Bibbia e di occasioni di sperimentare in modo pratico la condivisione del vangelo, questi congressi continueranno ad ispirare coloro che vi parteciperanno da tutta Europa: tenere fisso lo sguardo sul modello di vita offerto da Gesù mantenendo un atteggiamento di “missione attiva” ovunque ci si trovi.

Sempre oltre sarà la nostra chiamata all’azione, e in avanti verso l’Europa intera il nostro obiettivo. Una visione può realizzarsi solo se si ha una guida. Dio ha sempre chiamato molti, ma pochi sono stati scelti. I nostri risultati dipendono dalla nostra fedeltà al dovere. Sempre oltre continueremo ad andare e in avanti sarà il nostro ordine di marcia.

Qualche settimana fa ho deciso di iniziare a correre: dopo la prima settimana ho corso senza sosta per tre km in meno di 17 minuti. Ero entusiasta di aver corso tre km senza mai fermarmi. La settimana successiva ho fatto la stessa cosa, ma con tempi e sensazioni diverse: tre km in poco più di 20 minuti, con qualche pausa e un effetto più benefico. Cos’ha fatto la differenza? La prima corsa era prevalentemente in discesa e richiedeva meno sforzo; la seconda, invece, era prevalentemente in salita e richiedeva più impegno. La sfida era diversa ma ho imparato una grande lezione. A volte vogliamo ricorrere alle scelte più facili per raggiungere l’obiettivo finale nonostante quel detto, che mi ripeto spesso, «la scelta più facile non è sempre la migliore.» La scelta migliore nel marciare in avanti è quella di mirare verso l’alto nel nostro cammino. Gesù disse:

«Ed io, quando sarò innalzato dalla terra, attirerò tutti a me» – Giovanni 12:32

Poiché Gesù è innalzato e noi lo seguiamo, la nostra marcia andrà sempre oltre, in avanti e verso l’alto.

Non dovremo mai voltarci indietro: dobbiamo sempre tenere lo sguardo fisso su Gesù e lavorare nel suo campo. Andare indietro non è un’alternativa, sebbene sia sempre possibile sceglierlo. Quando cediamo alla sottile voce del fallimento lasciamo intendere che è impossibile perseguire l’obiettivo. Vorrei condividere con voi una citazione straordinaria:

Non dobbiamo mai «temere l’insuccesso, essendo chiamati a collaborare con colui che non conosce il fallimento.» – Parole di vita p. 252

Faremo questo percorso insieme. Sempre oltre, in avanti, verso l’alto ma mai indietro. Un uomo di nome J. R. Miller raccontò di una società missionaria cristiana il cui logo ritraeva un bue fra un altare e un aratro. Sotto il logo, questo motto: “Ready for Either” [Pronti a tutto, Ndt], che significa essere altrettanto pronti al sacrificio quanto al servizio. Prego che questo possa essere il nostro atteggiamento, pronti a servire o a morire in servizio nella nostra marcia oltre, in avanti, verso l’alto ma mai indietro.

In quanto presidente della GYC Europe, vorrei presentarvi anche gli altri componenti della squadra:

  • Presidente – Craig Gooden.

  • Vice presidente generale – Zippora Anson.

  • Segretaria – Elisa Eliasdottir.

  • Vice presidenti e dipartimenti:
    • Evangelizzazione – Diana Dean.
    • Comunicazioni – David Riemersma.
    • Logistica – Raphael Ludescher.
    • Programmazione – Moni Walter.
    • Networking – Anna Scheglov.
    • Risorse – Natalie Scheglov.

In conclusione, vi lascio con un passo biblico e con una citazione:

«Poi vidi un altro angelo che volava in mezzo al cielo e che aveva l'evangelo eterno da annunziare agli abitanti della terra e ad ogni nazione, tribù, lingua e popolo, e diceva a gran voce: “Temete Dio e dategli gloria, perché l'ora del suo giudizio è venuta; adorate colui che ha fatto il cielo, la terra, il mare e le fonti delle acque”… Qui è la costanza dei santi; qui sono coloro che osservano i comandamenti di Dio e la fede di Gesù». – Apocalisse 14:6–7, 12.

«Con un esercito di operai come può essere la nostra gioventù adeguatamente preparata, il messaggio del Salvatore crocifisso, risorto e pronto a tornare potrà essere velocemente portato al mondo intero». – Education, p. 271

Che Dio vi benedica.
Craig Gooden