Tags


Giustificati per Fede

15th June 2016

click for English click for Croatian click for German click for Italian click for Romanian click for Russian click for Spanish
Quest'anno, GYC Europa ha tenuto il primo evento Focus. Il Focus è un congresso locale e l'idea è di avere tre installazioni in ogni posto. Il primo è chiamato “Venire a Cristo” ed ha cinque laboratori. In questa serie di articoli, i presentatori condividono una parte del loro laboratorio con noi in forma di articolo.—Editore.

Essere giusti e rimanere giusti con Dio

Per il primo evento in loco di FOCUS per GYC Europa a Stupini, Romania, ho avuto l'occasione di presentare un seminario intitolato “Essere giusti e rimanere giusti con Dio”. Il soggetto del seminario è totalmente immerso nell'ampia arena della Giustificazione per Fede. È una arena vasta, dato che ci viene detto che è il tema di tutti i temi: “Un interesse prevarrà, un soggetto al di sopra di ogni altro, - Cristo, nostra giustizia”. Ellen White, The Ellen G. White 1888 Materials, 767. Cristo veramente è la nostra Giustizia e avendo fede in Lui, solamente in Lui ci permetterà di entrare in un rapporto più intimo, più profondo e di esperienza. Il soggetto è tra i più belli poiché ci porta attraverso diversi temi che alla fine si fondono nel tema della giustificazione per fede. Nella presentazione abbiamo elencato alcuni di loro in questo ordine:

  • Giustificazione (che cos'è?)
  • Fede (che cos'è?)
  • Prima e dopo il peccato
  • La volontà di Dio e negare se stessi
  • Il peccato
  • Giustificati e santificati per fede
  • Cammino pratico con Dio

Analizzare questi punti ha permesso ai partecipanti di vedere come giustificazione e fede sono collegati insieme e perché.

In primo luogo abbiamo cominciato con la definizione di giustificazione e come la fede sia collegata ad essa. Essere giusti vuol dire avere purezza di vita, pensieri e sensibilità giusti ed essere moralmente giusti. Molti ammetterebbero che non sono ancora nel loro cammino di vita. Ma essere giusti non comincia dalla santificazione, ma da Dio che dichiara il peccatore pentito giustificato. 2 Corinzi 5:21 spiega che Cristo è stato fatto “peccatore per noi, colui che non ha conosciuto peccato, affinché noi diventassimo giustizia di Dio in lui.” Essere giusti in Cristo è possibile soltanto credendo che Dio possa effettivamente dichiararci e mantenerci giusti in Cristo. Questa fede la troviamo nella sua parola, la Bibbia, che descrive le evidenze travolgenti delle opere potenti di Dio a favore dell’umanità, nel passato, presente e futuro. A causa di questa evidenza convincente l’apostolo Paolo scrive: “La fede dunque viene dall'udire, e l'udire viene dalla parola di Dio”. Rom 10:17. Ma Cristo non solo perdona il peccatore. Ci ha fornito con l'esempio della sua vita giusta affinché noi lo seguiamo (1 Pietro 2:21), un esempio che non possiamo seguire con la nostra propria forza, ma solo con la forza di Dio, come Filippesi 4:13 dichiara: “Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica. Ciò ci permette di vedere che per fede possiamo avere il carattere di Cristo, un carattere che è obbediente e soggetto alla volontà di Dio tenendo i nostri occhi verso l'alto su di lui.

Continuando con la presentazione, abbiamo scoperto cosa è realmente accaduto all'inizio quando Adamo cadde e come Dio desidera che le nostre menti siano rinnovate in modo da essere trasformati e da conoscere la sua volontà per la nostra vita (Rom 12:2). Ciò è possibile soltanto avendo fede, che Dio può fare e farà ciò che ha promesso.

Circa a metà presentazione abbiamo visto che Gesù ha negato la sua volontà per seguire la volontà di Dio. Infatti, la citazione seguente mostra quanto intensa è stata questa battaglia:

Gesù è stato messo alla prova più dura, richiedendo la forza di tutte le sue facoltà per resistere all'inclinazione, quando nel pericolo, poteva usare il suo potere per scampare al pericolo e trionfare al di sopra del principe delle tenebre. Satana mostrò di conoscere i punti deboli del cuore umano e mise tutta la sua forza nell'approfittare della debolezza della natura umana, che Gesù aveva assunto per vincere le sue tentazioni per conto dell’uomo. - Ellen White, Confrontation, 85.

Tuttavia vediamo che Gesù vinse in tutte le aree dove noi siamo tentati resistendo alle tre tentazioni - la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e la superbia della vita. Abbiamo letto che Gesù sopportò le prove e tuttavia si rifiutò di cedere:

Le tre tentazioni principali di cui l'uomo è assalito sono state superate dal figlio di Dio. Rifiutando di sottomettersi al nemico riguardo l’appetito, l’ambizione e l’amore per il mondo. - Ellen White, Temperance, 276.

Poiché Gesù è stato vittorioso ha potuto lasciarci un esempio da seguire:

E con il terribile peso dei peccati del mondo su di lui, ha sostenuto la spaventosa prova dell'appetito, dell'amore per il mondo e per quell'amore di esibizione che conduce alla presunzione. Ha resistito a queste tentazioni ed ha superato a favore dell'uomo, svelando in lui un carattere giusto, perché sapeva che l'uomo non era in grado di farlo da sé. - Ellen White, Signs of the Times, 27 Maggio 1897.

Verso la fine della presentazione, abbiamo avuto la chiara comprensione che possiamo essere perdonati, che possiamo superare il peccato con la forza di Dio e che è possibile vivere una nuova vita giorno per giorno.

I partecipanti sono stati incoraggiati all'inizio della presentazione di annotare gli idoli ai quali avevano concesso di entrare nelle loro vite. (Osea 13:2 dice che generiamo idoli secondo la nostra invenzione. Salmo 115:4-8 indica che i nostri idoli non possono parlare, vedere,sentire, toccare o camminare e coloro che li fanno sono uguali a loro.) Mentre i partecipanti annotavano i propri idoli, gli e'stato dato del tempo affinché ognuno pregasse Dio affinché gli venisse data la forza di eliminare questi idoli e di camminare con la fede in Dio. Alcuni avevano gli idoli dei social media, degli amici, dei partners, dell’amore per se stessi, musica e altro, ma tutti sono stati consigliati di smettere di farsi questi idoli e di riporre la loro totale fiducia in Dio. Alcuni si sono avvicinati a me in seguito e mi hanno detto che ora avevano una maggiore comprensione di come mettere la loro fede in Dio. Un fratello è venuto pregare con me e mi ha spiegato quali idoli aveva nella sua vita e che ora aveva capito che poteva lasciarli aggrappandosi a Dio.

Soltanto l'amore di Dio può rivelare all'essere umano le tenebre del suo cuore. Quei peccati tenuti cari, quelle esperienze che ci intrappolano e ci incatenano, possono essere spezzate soltanto con il potere di Cristo.

Tutti quanti sono stati consigliati a vivere una fede pratica con Dio, ad avere nuove esperienze in preghiera, nello studio personale, nel condividere la loro fede con gli altri e nel consolidare abitudini per portarli più vicino a Dio ogni giorno.

È stata una benedizione avere l'occasione di condividere questo seminario con coloro che sono intervenuti al GYC Europa FOCUS a Stupini. E spero che coloro che verranno ai prossimi seminari FOCUS possano sperimentare “Cristo in voi, speranza di gloria”. Col 1:27.

Craig Gooden este președintele GYC Europe.