Tags


#Adulting: una nuova chiesa

3rd October 2018

click for English click for French click for German click for Italian click for Portuguese click for Romanian

Il post di #diventare adulti di questo mese proviene dalla deliziosa Amanda, che ci incoraggia ad essere entusiasti di andare in una nuova chiesa, piuttosto che sentirci spaventati (o stare a casa in pigiama!)


Una delle cose più difficili alla quale mi dovevo adattare, dopo essermi allontanato dalla mia famiglia e dai miei amici, è stata l'idea di andare in una nuova chiesa.

Una chiesa in una città in cui non conoscevo nessuno perché vivevo lì da sola. Come un’ introversa, il pensiero era leggermente terrificante. Voglio dire, perché preoccuparsi di andare in chiesa comunque? In questo XXI secolo, quando la trasmissione in diretta dei servizi di chiesa o la visione di sermoni registrati di sabato mattina potevano facilmente diventare la norma, perché la mia natura egoista preferirebbe rimanere a casa in pigiama dopo una settimana lunga e dura? Ma c'era un tormento nei meandri della mia mente.
La Bibbia, se non l'hai notato, si concentra molto sulle relazioni. La nostra relazione con Dio, la relazione di Dio con noi, i nostri rapporti con gli altri... è tutto lì dentro. Una mattina, dopo aver cercato di decidere se andare o meno in chiesa, mi colpì un versetto in particolare:

Facciamo attenzione gli uni agli altri per incitarci all'amore e alle buone opere,non abbandonando la nostra comune adunanza come alcuni sono soliti fare, ma esortandoci a vicenda,tanto più che vedete avvicinarsi il giorno. (Ebrei 10: 24-25, ESV, corsivo aggiunto)

Beh, questo mi ha fatto uscire di casa. E sono così felice di averlo fatto!

Andare in una nuova chiesa (specialmente per qualcuno come me che è cresciuto nella stessa chiesa per quasi 20 anni!) è difficile. Le relazioni richiedono uno sforzo. Ma facciamo tutti parte della famiglia di Dio e tutti noi dobbiamo fare la nostra parte. La compagnia con altri cristiani è molto importante e non può essere sostituita da dirette e trasmissioni radio.

Ecco alcune idee per aiutarti a diventare entusiasta della prospettiva di andare in una nuova chiesa e farti sentire come se fossi stato lì da sempre. Questo non è un elenco esaustivo, ma si basa sulle cose con le quali ho sofferto e sperimentato.

Essere coinvolti

Hai un talento che potrebbe aiutare la chiesa? Forse sei musicalmente portato e vuoi unirti al coro (o avviarlo!). Forse sei bravo con il design e potresti aiutare con alcuni opuscoli o addirittura con il bollettino. Forse stai bene con i bambini e puoi aiutare nelle classi per bambini o organizzare viaggi per giovani agli eventi GYC! Sai tenere una lezione della Scuola del Sabato? Cucinare per un rinfresco? È probabile che nessuno sappia veramente quali sono i tuoi talenti se sei nuovo nella chiesa e nella zona. Chiediti come puoi essere coinvolto, chiedi agli altri quali sono i bisogni e poi fai qualcosa! Guarda cosa dice Ellen White sul coinvolgimento:

"Ognuno dovrebbe sentire di essere partecipe per agire nel rendere gli incontri del Sabato interessanti. Non dovete radunarvi insieme semplicemente per una questione di forma, ma per lo scambio di pensieri, per la relazione delle vostre esperienze quotidiane, per l'espressione di ringraziamento, per l'espressione del vostro sincero desiderio di illuminazione divina, affinché possiate conoscere Dio e Gesù Cristo, che Lui ha mandato. La comunione fraterna nei confronti di Cristo rafforzerà l'anima per le prove e i conflitti della vita. Non pensare mai che puoi essere Cristiano e tuttavia ritirarti in te stesso. Ognuno fa parte della grande rete dell'umanità e l'esperienza di ciascuno sarà in gran parte determinata dall'esperienza dei suoi collaboratori."(6T 362.2)

Assumi responsabilità e adatta un atteggiamento di partecipazione

Se ci concentriamo solo su ciò che gli altri possono fare per noi, avremo un'esistenza piuttosto triste, deprimente e solitaria. Come abbiamo appena letto, abbiamo un ruolo da svolgere nell'aiutare gli altri! Invece di chiedere che cosa la gente/chiesa può fare per te, chiedi a Dio di aprire gli occhi a quelli che sono nel bisogno proprio nella tua nuova congregazione. Inizia con poco, concentrandoti su una persona. È incredibile quello che ti mostrerà quando lo chiedi, ed è incredibile i bisogni che tu puoi colmare quando Lui ti usa.

La Chiesa non è un edificio o un campanile, è un popolo. Anche la Chiesa non è qualcosa che capita solo a noi. Noi siamo la chiesa.

Assumersi la responsabilità di ciò che accade. Invece di lamentarti, sii quel cambiamento!

Ricorda che Cristo è il nostro esempio

Viviamo in una società che ci dice che abbiamo bisogno di essere intrattenuti. Che in qualche modo abbiamo bisogno di guadagnare da tutto, anche dai servizi religiosi. Ma Cristo, come nostro esempio, ha sempre servito e ci ha esortato a fare lo stesso; chiedere cosa possiamo fare per gli altri Quando metti prima gli altri, questo cambierà la tua vita.

Alla fine della giornata, la nostra connessione con Dio è ciò che conta ed è il fondamento per tutte le nostre altre relazioni. La vita con il Signore è sorprendente, avventurosa e appagante perché ci aiuta attraverso le nostre difficoltà senza lasciare il nostro fianco.

Affidati a Gesù

Le persone possono dire o fare cose offensive che possono causare ferite profonde. Forse altri ti hanno scoraggiato quando volevi essere coinvolto o fare di più, o detto qualcosa che era doloroso. Come umani, essendo peccatori, è quasi inevitabile. Ma invece di decidere di non continuare a venire in chiesa o lamentarsi di ciò con qualcuno che ascolterà, portalo a Gesù. Lui ascolta. Conosce i nostri cuori e conosce le nostre ferite. Quando Gesù era sulla Terra, ci ha istruito a porgere l'altra guancia, e ha mostrato amore anche a coloro che lo stavano fisicamente inchiodando sulla croce. Seguiamo fedelmente l'esempio di Cristo quando abbiamo a che fare con gli altri e portiamoli ad avere una relazione più profonda con Lui. Chiedi l'amore per gli altri che solo Lui può fornire. Dio vuole aiutarci a sviluppare questo amore perfetto, ed è attraverso l'incontro che lo impariamo anche noi! Guarda cosa dice Ellen White nelle testimonianze:

"Dio ci insegna che dovremmo riunirci nella sua casa per coltivare gli attributi dell'amore perfetto. Questo si adatterà agli abitanti della terra per le dimore che Cristo è andato a preparare per tutti coloro che Lo amano. Lì si raduneranno nel santuario da Sabato a Sabato, da una luna nuova all'altra, per unirsi nelle più elevate melodie , in lode e ringraziamento a Colui che siede sul trono e all'Agnello nei secoli dei secoli. " 6T 368.3)

Tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere, sia che stiamo frequentando la nostra chiesa da anni, sia che stiamo cercando una nuova congregazione alla quale unirci. Le relazioni richiedono uno sforzo, ma facciamo tutti parte della famiglia di Dio e tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere. La comunità con altri cristiani è importante e non può essere sostituita da dirette e trasmissioni radio. La nostra comunione qui sulla terra ci prepara alla fratellanza attraverso l'eternità!

  • Amanda Walter è un'insegnante, blogger, moglie di un pastore e mamma di un gatto. Nel tempo libero le piace darsi alla fotografia, sorseggiare il tè e cercare di mantenere in vita piante grasse. *