Tags


Adulting : The Grind (Learning to Love God at Work)

24th June 2018

click for English click for Croatian click for French click for German click for Italian click for Portuguese click for Romanian click for Russian click for Spanish

Benvenuti alla nuovissima serie del blog del GYC: diventare adulti.

Dopo l’università, è facile trovarsi sopraffatti. La vita da adulti sembra essere piena di innumerevoli incertezze: da cosa faccio e come lo faccio a dove vado e come faccio a gestire il tutto. Per fortuna Dio non ci abbandona nelle nostre incertezze. Questa serie ha lo scopo di analizzare una vasta gamma di argomenti per i neo (e non cosi neo) laureati per vedere come Dio ci può aiutare nel gestire questo nuovo spaventoso mondo del diventare adulti

Ero a metà del quarto anno nel mio secondo corso di laurea quando sentii la chiamata di Dio: "Unisciti a me nel più grande scopo di tutta la vita : seguirmi incoraggiando gli altri a fare lo stesso." Woah, Dio, woah.

Avevo più di 40.000 Sterline di debito e non avevo ancora un’ idea chiara di ciò che dovevo fare. Tutto ciò che sapevo era che "in parole o azioni" dovevo "fare tutto nel nome del Signore Gesù, rendendo grazie a Dio Padre per mezzo di Lui". (Colossesi 3:17).

Sono passato da "Voglio solo fare la mia arte e scrivere e vivere una vita egoistica nella quale viaggio e chiacchiero come Ernest Hemingway riguardo la mia vita a Parigi e di come è romantica la disperazione umana" a "rendimi un missionario Dio. Mandami su un'isola remota e fammi curare le persone. "Dio, tuttavia, desiderava rammentare la mia ultima risposta alla Sua chiamata.

"Posso renderti un missionario, Ruth. Ma è qui in questo posto, con queste persone. Lavora per loro come se lavorassi per me ". (Colossesi 3:23).

Sono stato sfidato nel 2016 ad uscire dalla mia zona comfort e a trasferirmi da Leeds a Londra dove avrei cercato un lavoro. Dopo una settimana mi sono trovato a lavorare per una nuova società. Indizio: hanno una passione per i cani (inserisci qui grida una ragazza bianca millenaria). Il mondo dello start-up è pieno di giovani amanti del divertimento, dediti al lavoro che giocano a ping pong con la birra e ci sarebbero stati momenti in cui avrei dovuto rifiutare educatamente - ma quella fedeltà allo scopo di Dio faceva parte del mio fascino nell'ufficio.

alt

Diventò chiaro che lavorando in un ambiente mondano, la mia vita sarebbe stata la testimonianza di Dio. Iniziai il lavoro di Dio lì chiedendoGli ogni giorno un incontro divino. Solo il metodo di Cristo era il mio metodo. E i miei sforzi in quello spazio erano davvero motivati ​​dalla libertà. Avrei parlato apertamente del Sabato, spiegandolo in modo inclusivo, avrei incoraggiato il gruppo di lavoro a preparare o cucinare cibi a base vegetale per i nostri pranzi d'ufficio e per le feste di compleanno. Ma più che parlare semplicemente del messaggio della Bibbia, ho mostrato loro il Messaggero. Stavo lavorando sodo, tipo - facendo il più del dovuto. Mi è stato detto che l'ufficio non era più lo stesso dopo la mia partenza - che avevo portato luce e amore in quello spazio.

Stavo rispecchiando Gesù in quel luogo - desideravo tuttavia condividerLo con loro, perché mi ha lasciato il cuore colmo .

Voltando pagina ad oggi, ho appena completato il mio secondo mandato come consigliere scolastico in una scuola avventista vicino alla mia città natale in Australia. Se quella non era una risposta alla mia preghiera, non so cosa sia. Siccome tutto questo era suggellato dall'approvazione di Dio, sapevo che non avevo altra scelta. E non avevo bisogno di un'altra opzione perché il lavoro che stavo facendo era esattamente la mia vocazione: consulenza e terapia. Devo parlare ai giovani di Gesù. Vado a parlare in una cappella di fronte a centinaia di loro e mostro come la bibbia aiuti con la depressione e l'ansia. Posso introdurre la spiritualità in un'esistenza spiritualmente insulsa per molti di loro. Non ci sono barriere in un contesto di educazione cristiana. L'unica vera barriera divento io , il messaggero.

Più che mai nella mia esperienza ho imparato che Dio si diletta nel farci lavorare nella metropolitana e lavorare in modo "corretto e ordinato" (1 Corinzi 14:40), riconoscendo il ministero nei luoghi in cui lavoriamo e soddisfacendo i bisogni non solo del mondo là fuori, ma i bisogni dei nostri colleghi. Anche se non sempre lo pensiamo o ce lo aspettiamo, Egli può metterci a lavorare in un ambiente mondano . La morale della storia? Lavoriamo di cuore, come per il Signore e non per gli uomini, sapendo che dal Signore riceveremo l'eredità come nostra ricompensa. (Colossesi 3:23).


Ruth è nata di nuovo... di nuovo una giovane donna cristiana proveniente dall'Australia. Quindi crede nelle seconde possibilità - anche più di quanto crede nel software di controllo ortografico, ed è in viaggio da clown a kosher mentre si rimette in sesto con la sua relazione con Gesù. Insiste sul fatto che lei non sia una gattara , ma la sua preoccupazione per la devozione mattutina è come un gatto che la punzecchia in faccia, quindi è ancora da vedere.