Tags


A metà strada.

16th February 2018

click for English click for Italian click for Portuguese click for Romanian click for Spanish
Questo articolo è il nono della serie “Le incongruenze del Cristianesimo”. Basato sulle citazioni di “Passi verso Gesù” (La via migliore), lo scopo è quello di analizzare i malintesi che molti possono incontrare nel cammino cristiano. Penso che questo sarà per voi una bella sfida…—Editor

Stavano andando negli Stati Uniti d'America per incominciare una nuova vita. Per molti, è stato l'inizio di un viaggio per raggiungere i loro desideri di ricchezza, onore e prosperità. Nel 1912, 2224 emigranti provenienti da Gran Bretagna, Irlanda, Scandinavia e da qualche altra parte in Europa salirono a bordo del RMS Titanic. Alle 23:40 del 14 aprile 1912, il Titanic colpì un iceberg e alle 2:20 del mattino l'inaffondabile "Rams Titanic" scomparve sotto le onde del Nord Atlantico. Più di 1500 passeggeri morirono, senza mai poter vedere la ricchezza, l'onore e la prosperità che speravano. Erano solo a metà strada!

La storia del Titanic ci ricorda che nessuno è al sicuro. La catastrofe può arrivare in un momento sulla vittima ignara. Non so quante persone sul Titanic siano state consacrate a Dio. Ma una cosa è certa: molti morirono e la loro speranza della risurrezione si può trovare solo in Cristo.

Oggi milioni di persone fanno progetti per fare carriera e mirano a creare un futuro sicuro per se stessi e per le loro famiglie.

Tuttavia possiamo trovare la vera sicurezza solo nella Parola di Dio e seguendo le orme di Cristo.

Nel libro Passi verso Gesù, Ellen White dice "per molti l'idolo è Mammona. Il desiderio di possedere ricchezze e l’amore per il denaro sono catene d’oro che trattengono molti prigionieri di Satana. Altri vivono in funzione della loro reputazione e degli onori mondani; altri ancora hanno come loro idolo una vita di agi e di indifferenza nei confronti delle responsabilità." SC 44.

La ricchezza, la reputazione e la prosperità egoistica erano tutte cose a cui miravo una volta. Infatti, sono spesso desiderate perché vediamo cosa gli altri fanno e posseggono. Mio padre era solito dirmi "Non guardare quello che gli altri hanno perché non puoi mai sapere cosa hanno fatto per ottenerlo. "Era uno di quei saggi proverbi che mi ripeteva più e più volte.

Mentre crescevo e acquisivo più esperienza nella vita, ho visto tutto ciò che porta l'infelicità, perché senza Cristo non si ha mai veramente niente.

Se trascorri tutta la tua vita con l'obiettivo di arrivare in cima alla tua montagna, ti sei mai posto la domanda "Cosa farò quando arrivo lì?" O "Cosa farò dopo?". Sicuramente nessuno vuole andare in discesa. C'è soltanto uno che può darti la pura felicità anche quando raggiungi i tuoi obiettivi nella vita, Gesù Cristo.

Ciò mi porta a pensare alla montagna che magari vorresti scalare o al mare come esperienza di vita su cui potresti voler navigare. Porterà gloria e onore al tuo Creatore e ti attirerà più vicino a Lui? In caso contrario, ti esorto vivamente a ripensarci. Gesù la pone in questi termini: "Chiunque tra voi non abbandona tutto ciò che ha, non può essere il mio discepolo". Luca 14:33. Dio desidera che il tuo cuore, la tua mente e le tue opere siano consacrate a Lui. Vuole completamente il tuo servizio.

"Non possiamo essere metà del Signore e metà del mondo. Non siamo figli di Dio a meno che non lo siamo completamente. "SC 44.

Il problema di molti è che l’ essere sicuri di essere accettati da Dio richiede loro di avere fede e di cercare Dio con tutto il loro cuore. Ellen White ha dichiarato: "La domanda di molti cuori orgogliosi è: "Perché ho bisogno di pentirmi e umiliarmi prima di poter avere la certezza di essere accettato da Dio?" SC 46.

Gesù è venuto come un uomo e ci ha lasciato un esempio da seguire. Ricordo quando usavamo la carta lucida alla scuola elementare. L'insegnante ci dava un'immagine perfetta da copiare e quindi noi avremmo fatto del nostro meglio per farla uguale. In modo simile, Gesù ci ha lasciato l'immagine perfetta da copiare: la sua vita e le sue parole. Tuttavia, solo attraverso la Sua forza possiamo seguire la volontà di Dio.

Diversi anni fa stavo studiando la Bibbia con un giovane uomo. Aveva successo nella vita ma aveva obiettivi che lo avrebbero separato da Dio. Ho trascorso del tempo a mostrargli dalla Parola quanto il Salvatore lo amava, ma alla fine disse che non voleva più studiare la Bibbia. Alcuni mesi dopo la sua decisione, venne nella mia chiesa e cominciò a camminare instancabilmente su e giù per il marciapiede. Lo vidi e lo chiamai. Venne da me con le labbra tremanti e le lacrime agli occhi e disse: "Sento che sto perdendo la testa". Lo supplicai di andare a Dio, ma non lo fece. Non l'ho mai più visto. Proprio come il Titanic, molti affonderanno sotto le onde dei mari freddi che questo mondo porta nelle esperienze della vita. Ma se Pietro poteva essere sollevato dall'affondare, possiamo esserlo anche noi.

Percorriamo tutta la strada fino al Signore con un cuore consacrato, a metà non è sufficiente .

Craig Gooden è l'attuale direttore del Centro di evangelizzazione di PEACE e operatore biblico per la Conferenza degli avventisti del settimo giorno dell' Inghilterra del Nord. Craig ama condividere il Vangelo con gli altri e, soprattutto, passare del tempo con sua moglie Farida e il loro figlio Izraël.